Una donna di 50 anni ha portato il bambino di suo figlio. Come è possibile

FAMIGLIA

Queste immagini della serie “Aspettando un bambino” sono completamente diverse dalla maggior parte delle immagini.

Patti, 50 anni, ha portato il bambino di suo figlio perché sua nuora, sfortunatamente, per motivi di salute, non è stata in grado di portare a termine fisicamente nessuna delle sue gravidanze.

Dal loro matrimonio nel 2012, la matrigna di Kayla ha continuato a scherzare dicendo che il modo migliore per portare il loro bambino non è attraverso una donna estranea, ma attraverso una persona di famiglia.

Naturalmente, in quel momento la coppia non ha preso sul serio quelle parole, ma dopo aver cercato di utilizzare questo servizio più volte – e ogni volta che l’uovo di Kayla non attecchiva con una potenziale madre surrogata, Kayla ha riflettuto sulle parole della madre di suo marito.

“All’inizio pensavo che gli specialisti mi avrebbero dichiarato pazza per un’idea del genere”, ricorda Kayla.

Ma poi ho cercato informazioni e ho scoperto che ci sono molti casi in cui le nonne portano i loro stessi nipoti.

Siamo andati alla visita, e lì, dopo molti test, hanno confermato che Patti poteva diventare la nostra madre surrogata.

Il primo tentativo di fecondazione in vitro risale a marzo 2017, ma purtroppo è stato un fallimento.

Prima di arrendersi definitivamente, la famiglia ha deciso di riprovare.

E dopo 2 mesi, hanno fatto un altro tentativo. Questa volta, finalmente, è stato un successo.

Sette mesi dopo, è nato Cross Allen Jones. È nato il 30 dicembre.

“Sono così sorpresa dalla possibilità di questo miracolo”, dice Kayla.

È evidente che la gestazione per conto terzi è una prova, e per Patty è stata particolarmente difficile, ma quando il bambino è tra le tue braccia, tutto il resto passa in secondo piano.

Vota articolo
Condividere con gli amici